master class in composizione | roma, 16/23 luglio 2016

In collaborazione con Scatola Sonora – Scuola di Musica all’Esquilino, SHE LIVES promuove una master class in composizione tenuta da Sidney Corbett e Alessio Elia, rivolta a tutti i compositori in attività, a studenti di composizione e a chiunque sia interessato ad approfondire, anche come semplice uditore, le tematiche proposte.

Il corso si terrà presso i locali della scuola sita in via Ferruccio 32/b, a due passi dalla Metropolitana Vittorio Emanuele (Linea A).

sidney corbett

Nato a Chicago nel 1960, ha studiato musica e filosofia all’Università della California, San Diego, e ha proseguito i suoi studi di composizione alla Yale University, dove ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1989, e presso l’Accademia delle Arti di Amburgo con György Ligeti. Attualmente residente in Germania, Corbett è attivo principalmente in Europa dal 1985. La sua produzione comprende opere per il teatro, composizioni orchestrali, musica da camera e una grande quantità di musica vocale. Le sue opere gli hanno valso numerosi riconoscimenti e premi in ambito internazionale, e sono state eseguite e trasmesse in tutto il mondo. È professore di composizione presso l’Università di Performing Arts di Mannheim.

Biografia completa

contenuti del corso

SEMINARIO Strategie compositive nella musica da camera contemporanea
SEMINARIO Analisi di composizioni da camera del repertorio contemporaneo (Corbett, Ligeti, Kurtág, Dutilleux, Brass e altri)
Pratica della strumentazione per fiati e archi

alessio elia

Si è formato in ambito internazionale studiando in Italia, Ungheria e Germania. Ha conseguito inoltre un dottorato di ricerca cum laude presso l’Università di Roma Tor Vergata con una tesi sul Concerto d’Amburgo di Ligeti. È stato compositore in visita e ricercatore presso l’Accademia Liszt di Budapest, l’Università di Debrecen, l’Istituto Zoltán Kodály di Kecskemét, in Svizzera presso la Sacher Foundation, e l’Accademia Norvegese di Musica di Oslo. Nel 2013 col brano Rejtett dimenziók vince il primo premio assoluto nella categoria orchestrale del concorso UMZF (Forum della Nuova Musica Ungherese), edizione dedicata a Ligeti, con Péter Eötvös presidente di giuria. Dal 2005 risiede a Budapest.

Biografia completa

contenuti del corso

SEMINARIO Musica come fenomeno fisico
SEMINARIO Polisistemismo, un uso simultaneo di differenti sistemi d’intonazione proveniente dalla Teoria delle Stringhe, M-Teoria e dalla Fisica quantistica (ripresentazione, con nuove sezioni, della conferenza tenuta a La Cité de la Musique nel 2014)
LABORATORIO Extra-techniques nel flauto, violoncello e pianoforte

La lingua del corso è l’inglese (seminari, laboratorio, lezioni di gruppo). Gli incontri individuali possono essere sostenuti con Sidney Corbett in inglese, tedesco e spagnolo, e con Alessio Elia in inglese, italiano, tedesco e ungherese.

ALLIEVI EFFETTIVI
Per gli allievi effettivi il corso si articola in incontri individuali con i docenti, con i quali gli studenti potranno discutere i propri lavori, in seminari, laboratorio e lezioni di gruppo.
Gli allievi effettivi sono inoltre invitati e a partecipare con un loro lavoro scritto per l’ensemble in residence al concerto finale dei corsi.

UDITORI
Gli uditori possono seguire i seminari e il laboratorio, le lezioni di gruppo e la discussione dei lavori degli studenti effettivi, ma non potranno discutere i propri lavori con i docenti. Gli uditori sono chiaramente invitati a seguire le prove e il concerto finale, a cui però non potranno partecipare con un loro lavoro.

esecuzione dei brani degli studenti

Il corso prevede l’esecuzione dei brani degli studenti effettivi al concerto finale dei corsi.

I compositori possono avvalersi dell’ensemble in residence (senza direttore) costituito da flauto (anche ottavino, contralto, basso e flauto con la slide di Robert Dick – vedi il video al link: https://www.youtube.com/watch?v=IVP5ffxX5Kg), violoncello e pianoforte (un esecutore). I lavori  possono essere scritti per qualsiasi combinazione degli strumenti dell’ensemble, dallo strumento solista all’intero gruppo e non devono eccedere la durata di 6 minuti.
I brani in partitura, e le relative parti  staccate, preferibilmente scritte con software di scrittura musicale (es. Finale, Sibelius, etc.), dovranno essere spediti in pdf entro e non oltre il 23 Giugno 2016 al seguente indirizzo e-mail: info@scatolasonora.it

ATTENZIONE L’invio dei brani NON è obbligatorio. È possibile frequentare il corso anche senza aver scritto alcun brano per l’ensemble in residence.

Il concerto finale si terrà sabato 23 luglio 2016 alle ore 19,30 presso la sala concerti della scuola

SEMINARI E LABORATORIO (anche per esterni*)

17 e 18 luglio, ore 17 – 18

Musica come fenomeno fisico
(Alessio Elia)

Introduzione alla musica dal punto di vista della fisica acustica (concetto di onda, intensità, serie degli armonici, consonanza/dissonanza percettiva e sua riformulazione in termini di “permeabilità sonica”, concetto di “banda critica”).
Analisi dei seguenti fenomeni fisico-acustici, in relazione a diversi sistemi d’intonazione: battimenti, suoni differenziali, fondamentale-fantasma.

17 e 18 luglio, ore 18,20 – 19,20

Analisi di composizioni da camera del repertorio contemporaneo
(Sidney Corbett)

Il seminario intende analizzare composizioni di musica da camera e per piccoli ensemble.
Analisi di lavori di: Corbett, Ligeti, Kurtág, Dutilleux, Brass.

19 e 20 luglio, ore 17 – 18

Strategie compositive nella musica da camera contemporanea
(Sidney Corbett)

Analisi e discussione di differenti tipologie di scrittura per piccoli ensemble, con particolare interesse alla scrittura idiomatica per archi e fiati.

19 e 20 luglio, ore 18,20 – 19,20

Polisistemismo, un uso simultaneo di differenti sistemi d’intonazione proveniente dalla Teoria delle Stringhe, M-Teoria e dalla Fisica quantistica
(Alessio Elia)

Il seminario intende riproporre, con l’aggiunta di nuove sezioni, la conferenza tenuta a La Cité de la Musique nel 2014 su sistemi di intonazione già codificati (Equabile a 12 semitoni, Equabile a 24 quarti di tono, Pitagorico, Mesotonico, Naturale, Werckmeister I, II, III, IV), la loro integrazione e i sistemi ’intonazione “artificiali” che scaturiscono dall’impiego simultaneo dei sistemi sopramenzionati. Tale integrazione è messa inoltre in relazione con le più recenti scoperte in campo fisiche ad opera della Teoria delle Stringhe, M-Teoria e della fisica quantistica.

22 luglio, ore 17,20 – 19,20
Laboratorio

Extra-techniques nel flauto, violoncello e pianoforte (Alessio Elia)

Il laboratorio intende scandagliare le risorse timbriche ed espressive provenienti dalle extra-technique e da modalità di esecuzione “non convenzionali”

Clicca sull’immagine per scaricare la brochure

iscrizioni e quote

Studenti
420 €  Allievi effettivi (inclusi laboratori e seminari)
210 €  Uditori (inclusi laboratori e seminari)

Le iscrizioni sono aperte fino al 23 giugno 2016.

Esterni*
60 € per ogni seminario o laboratorio

*I seminari e il laboratorio sono aperti anche ad esterni non iscritti ai corsi. Le adesioni sono possibili fino a 30 minuti prima dell’inizio.