master class in composizione | 2014-2019

Dal 2014 She Lives ha iniziato la sua attività didattica, nello specifico settore della formazione rivolta ai compositori. Si è così aggiunta alle iniziative dell’Associazione la master class di composizione tenuta dai compositori Sidney Corbett e Alessio Elia.

Tra i vari partner di questa attività ricordiamo Scatola Sonora – Scuola di Musica all’Esquilino in Roma (edizione 2015), e Budapest Zeneház – Casa della Musica (edizioni 2017 – 18 – 19).

La master class si è imposta in brevissimo tempo tra le più importanti proposte formative europee formando di centinaia di alunni provenienti da tutto il mondo: Germania, Italia, Polonia, Ungheria, Irlanda, Cina, Stati Uniti, Regno Unito, Kazakistan, Corea del Sud, Giappone, UK, Spagna, Iran e Russia.

Obiettivo finale dei nostri corsi è quello di avviare i giovani compositori ad una carriera internazionale, mettendoli in contatto con le più prestigiose istituzioni internazionali e supportandoli nello sviluppo delle loro carriere come compositori professionisti. Alcuni dei nostri allievi si sono imposti come prominenti figure nel panorama compositivo, vincendo prestigiosi concorsi di composizione e portando i loro lavori nel mondo attraverso esecuzioni di rinomati ensemble ed orchestre.

sidney corbett

Nato a Chicago nel 1960, ha studiato musica e filosofia all’Università della California, San Diego, e ha proseguito i suoi studi di composizione alla Yale University, dove ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1989, e presso l’Accademia delle Arti di Amburgo con György Ligeti. Attualmente residente in Germania, Corbett è attivo principalmente in Europa dal 1985. La sua produzione comprende opere per il teatro, composizioni orchestrali, musica da camera e una grande quantità di musica vocale. Le sue opere gli hanno valso numerosi riconoscimenti e premi in ambito internazionale, e sono state eseguite e trasmesse in tutto il mondo. È professore di composizione presso l’Università di Performing Arts di Mannheim.

Biografia completa

contenuti discussi nelle varie edizioni

SEMINARIO Strategie compositive nella musica da camera contemporanea
SEMINARIO Analisi di composizioni da camera del repertorio contemporaneo (Corbett, Ligeti, Kurtág, Dutilleux, Brass e altri)
Pratica della strumentazione per fiati e archi

alessio elia

Si è formato in ambito internazionale studiando in Italia, Ungheria e Germania. Ha conseguito il dottorato cum laude presso l’Università di Roma Tor Vergata con una tesi sul Concerto d’Amburgo di Ligeti. È stato compositore in visita e ricercatore presso l’Accademia Liszt di Budapest, l’Università di Debrecen, l’Istituto Zoltán Kodály di Kecskemét, in Svizzera presso la Sacher Foundation, e l’Accademia Norvegese di Musica di Oslo. Nel 2013 col brano Rejtett dimenziók vince il primo premio assoluto nella categoria orchestrale del concorso UMZF (Forum della Nuova Musica Ungherese), edizione dedicata a Ligeti, con Péter Eötvös presidente di giuria. Dal 2005 risiede a Budapest.

Biografia completa

contenuti discussi nelle varie edizioni

SEMINARIO Musica come fenomeno fisico
SEMINARIO Polisistemismo, un uso simultaneo di differenti sistemi d’intonazione proveniente dalla Teoria delle Stringhe, M-Teoria e dalla Fisica quantistica (ripresentazione, con nuove sezioni, della conferenza tenuta a La Cité de la Musique nel 2014)
LABORATORIO Extra-techniques nel flauto, violoncello e pianoforte

La lingua dei corsi è l’inglese (seminari, laboratorio, lezioni di gruppo). Gli incontri individuali si sono svolti nelle seguenti lingue:  Sidney Corbett in inglese, tedesco e spagnolo; Alessio Elia in inglese, italiano, tedesco e ungherese.

ALLIEVI EFFETTIVI
Per gli allievi effettivi i corsi si sono articolati in incontri individuali con i docenti, con i quali gli studenti hanno discusso i propri lavori, in seminari, laboratorio e lezioni di gruppo.
Un ensemble in residence ha eseguito inoltre i brani dei partecipanti nei concerti finali dei corsi.

UDITORI
I corsi prevedevano anche la possibilità di una frequenza passiva. Gli uditori avevano facoltà di seguire i seminari e i laboratori, le lezioni di gruppo e la discussione dei lavori degli studenti effettivi, ma non potevano discutere i propri lavori con i docenti. Gli uditori erano chiaramente invitati a seguire le prove e il concerto finale, a cui però non potevano partecipare con un loro lavoro.

ESECUZIONE DEI BRANI

Il corsi hanno sempre previsto l’esecuzione dei brani degli studenti effettivi al concerto finale dei corsi.

Le formazioni dell’ensemble in residence è sempre variata negli anni. La formazione massima raggiunta è stata di clarinetto, pianoforte e quartetto d’archi.

L’ensemble è stato diretto da Andreas Luca Beraldo.