SHE LIVES è un’associazione culturale nata per promuovere la musica del nostro tempo e svincolarla dalla stanca e meccanica abitudine di definirla accostando al sostantivo musica l’aggettivo contemporanea: la contemporaneità non è e non può essere una declinazione del linguaggio musicale, ma la condizione in cui viviamo il tempo presente.

SHE LIVES vuole oltrepassare il perimetro accademico della cosiddetta musica classica contemporanea, coltivando tenacemente tutte le risonanze possibili tra il suono del nostro tempo e gli oggetti sonori prodotti dalla storia. SHE LIVES apre dunque naturalmente gli occhi sugli autori e sulle opere che sfuggono ai canoni convenzionali del linguaggio contemporaneo, e accoglie nel proprio territorio tutte le musiche e tutti i musicisti che si conquistano con la ricerca e la passione il diritto di appartenere all’universo della contemporaneità.


Questo video di presentazione è stato realizzato dagli allievi dall’Accademia di Cinema e Televisione Griffith, in modo del tutto volontario come segno di apprezzamento e supporto alle nostre attività. I ragazzi sono stati invitati a partecipare dal loro direttore Vincenzo Ramaglia, il quale li ha sensibilizzati sulle finalità del progetto culturale di SHE LIVES.

Agli allievi dell’Accademia Griffith e alla sensibilità del loro direttore va il nostro profondo ringraziamento.


SHE LIVES è un laboratorio di idee e un promotore di progetti. Un luogo ideale in cui musicisti, poeti, scrittori e artisti elaborano la loro idea di contemporaneità e la traducono in proposte concrete, incontri, suoni nuovi, da ascoltare nell’unica dimensione possibile: il concerto dal vivo.

Ideata da Fabiana Piersanti e fondata insieme a Guido Barbieri e il compositore Alessio Elia, dal 2012 l’Associazione ha realizzato eventi e ha collaborato in partnership con Teatro dell’Opera di Roma, Università di Performing Arts di Mannheim, Istituto Svizzero di Roma, Accademia d’Ungheria in Roma, Filarmonica Romana, RadioCEMAT, Fondazione Isabella Scelsi, Associazione I Solisti Aquilani, Società Amici della Musica Guido Michelli di Ancona e l’Accademia Musicale Chigiana.

Il festival “SHE LIVES incontra l’Ungheria”, realizzato nel 2014, ha ospitato l’unico concerto in Italia celebrativo dei 70 anni di Péter Eötvös, svoltosi alla sua straordianria presenza. Nel 2015 uno dei concerti del progetto “Non abbiamo pianto”, nato per far dialogare la musica scritta nei campi di concentramento con la musica d’oggi, è stato realizzato nelle stazioni della Metropolitana di Roma, che per la prima volta nei suoi 60 di storia ha ospitato un’orchestra sinfonica.

I partner ideali di SHE LIVES sono istituzioni culturali, fondazioni e imprese che desiderano un dialogo con il territorio in cui operano intercettandone i bisogni culturali e che si ispirano al principio della responsabilità sociale d’impresa.